7 Tecniche per Migliorare la Concentrazione nei Bambini

Per molti bambini è veramente difficile trovare la concentrazione. Quando li viene dato un certo compito che al loro avviso è difficile e impegnativo, tendono a rinunciare prima di aver provato veramente a farlo. Se notate che un bambino non è abbastanza concentrato durante un compito, ecco alcune strategie che possono aiutarvi a migliorare la sua attenzione e anche i suoi risultati.

 

1. Attività fisica

I bambini che non riescono a concentrarsi su un determinato compito tendono ad avere risultati migliori se fanno delle pause o attività fisiche più frequenti. Cercate di incorporare agli studi attività fisiche come giocare a palla, correre, giocare fuori ecc. perché queste tecniche possono risultare molto efficienti per migliorare la concentrazione dei bambini che non riescono a concentrarsi. Se prima di dare un compito li date 15 minuti liberi per fare qualche attività fisica la concentrazione sarà molto maggiore.

[ad name=”Adsense Responsive”]

2. Pausa

Insegnate ai bambini cosa significa prestare attenzione a qualcosa e come metterlo in pratica. Cercate di fare questo ogni giorno in modo che loro possano capire senza che ci sia bisogno di forzarli. Potete usare anche una app o timer per calcolare il tempo della pausa e segnare questi intervalli con un specifico segnale o suoneria cosi i bambini sapranno quando è il tempo di giocare e quando no. In questo modo anche voi potete capire per quanto tempo il bambino riesce a concentrarsi veramente.

 

3. Riorganizzare il tempo a disposizione

Se arrivate alla conclusione che indipendentemente da quello che fate i bambini non riescono a concentrarsi fino alla fine di un progetto, allora forse è arrivato il momento di dividere il tempo a disposizione in più intervalli di pausa, nel senso di fare pause più frequenti. Ricordatevi che in linea di massima i bambini si possono concentrare dai 2 fino ai 5 minuti per ogni anno di età. Ad esempio, se avete una classe con bambini di 6 anni allora aspettatevi intervalli di concentrazione da 12 fino a 30 minuti.

[ad name=”Align Left Add 336×280″]

Usando anche un timer potete controllare di continuo il lavoro dei bambini che hanno più difficoltà a concentrarsi. Questo facilità il compito per i bambini e li aiuta a lavorare senza sentirsi sovraccarichi.

In più prestate attenzione specialmente alle lezioni lunghe che richiedono molto sforzo da parte dei bambini con difficoltà di concentrazione. Questi bambini devono sentirsi coinvolti in ciò che state dimostrando o dicendo quindi cercate di intervenire facendo delle domande e chiedendo una loro risposta.

 

4. Rimuovere ogni distrazione

Quando un bambino ha difficoltà nel completare un lavoro assegnato, il disordine nella camera o anche sul tavolo di lavoro lo può distrarre molto, perciò ricordatevi di sistemare e rimuovere gli oggetti che possono attirare la sua attenzione. Questi oggetti sono una giustificazione in più per i bambini a non prestare attenzione a ciò che devono fare.

 

5. Giochi per migliorare la memoria

La memoria non è un muscolo da allenare però può aiutare molto nel migliorare la concentrazione. I giochi di memoria aiutano i bambini a concentrarsi di più in un modo molto più divertente anche quando si tratta di imparare nuove cose un po’ più difficili.

 

6. Valutare (e cambiare) i compiti

Se notate che alcuni bambini cercano di evitare i compiti o si distraggono facendo altro, allora potete chiedere loro di valutare la difficoltà del compito che gli avete assegnato da 1 a 10. Se per un bambino questo livello di difficoltà è 8 o di più allora chiedetevi cosa potete fare perché il compito arrivi ad una difficoltà di livello 2 o 3.

[ad name=”Adsense Responsive”]

7. Dividere i progetti

Se, dopo aver applicato queste tecniche ancora non riuscite ad avere i risultati desiderati, allora dovete controllare il progetto o il compito assegnato ai bambini. Potete dividere i compiti più difficili? Cercate di chiedere ai bambini di concentrarsi nel finire una parte del compito, per poi fare una pausa e ritornare al compito fare la seconda parte e cosi via. Questa tecnica può risultare molto può efficiente per i bambini che insistere nel finire l’intero compito in un’unica seduta.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline