Usi e Proprietà dello Zenzero

Sin dall’antichità, il fusto sotterraneo dello zenzero è stato usato come spezia culinaria e medicinale.
Lo zenzero fa parte della familia Zingiberaceae alla quale appartengono anche altre due spezie: la curcuma e il cardamomo, ed è originario dell’Asia sud-orientale, India e Cina, dove è stata da secoli una componente integrante della dieta e apprezzata per le sue proprietà aromatiche, culinarie e medicinali. I romani la importarono dalla Cina e per la metà del XVI secolo, l’Europa importava circa 2.000 tonnellate di zenzero l’anno.

Lo zenzero si trova in varie forme
Radici fresche.
Radici essiccate.
Zenzero in polvere, che si prepara macinando la radice essiccata.
Zenzero candito, per il quale le radici fresche sono tagliate e cotte in uno sciroppo di zucchero.
Zenzero in salamoia, preparato con le fettine dello zenzero fresco, tagliate molto sottili e messe sott’ aceto. In Giappone si chiama “gari”, e spesso viene servito con il sushi.

I vantaggi del tè di zenzero

Il tè di zenzero è molto buono quando si cominciano a sentire i primi sintomi del raffreddore, perché riscalda l’organismo.

Per fare il tè . . .
Mettete 20 o 40 grammi di zenzero fresco tritato in una tazza di acqua bollente. Se preferite, potete aggiungere una fetta di limone o di un po’ di miele.

Ma lo zenzero non combatte solo il raffreddore, perché le proprietà curative dello zenzero sono state ampiamente studiate.
Se usato sulla pelle, è in grado di stimolare la circolazione e alleviare le ustioni. La radice, che è la parte della pianta più comunemente utilizzati nella medicina alternativa, è ricca di oli essenziali. Questi oli sono quelli che contengono la componente attiva gingerolo.

Per il sistema digestivo . . .
Lo zenzero riduce i disagi e i dolori di stomaco.
È considerato un eccellente carminativo, una sostanza che favorisce l’espulsione dei gas prodotti nell’intestino e che migliorano il tratto gastrointestinale.
Lo zenzero è particolarmente buono per coloro che soffrono di coliche e dispepsia.

Nausea . . .
La radice dello zenzero sembra ridurre i sintomi associati alla cinetosi, conosciuta anche come disturbo del movimento, e allevia sintomi come vertigini, nausea, vomito e sudorazione fredda. Lo zenzero è stato utilizzato anche per il trattamento di nausea e vomito associati alla gravidanza, anche nella sua forma più grave, l’iperemesi gravidica.

Infiammazione . . .

Lo zenzero contiene un potente componente antinfiammatorio chiamato gingerolo. Si ritiene che questo spiega perché tante persone che soffrono di artrosi o artrite reumatoide sperimentato una riduzione dei livelli di dolore e miglioramenti nella mobilità quando consumano zenzero regolarmente. Il gingerolo inibisce la formazione di citochine infiammatorie, messaggeri chimici del sistema immunitario.

Combatte le allergie . . .
Prurito agli occhi, naso che cola e gola irritata sono tutti segni comuni di allergie. Ma, se non volete prendere dei farmaci, lo zenzero potrebbe fare al caso vostro, perché stimola la salivazione contribuendo anche ad alleviare il mal di gola.

Usi e proprietà dello zenzeroQuando acquistate . . .
Se è possibile, scegliete lo zenzero fresco perché il suo sapore è superiore e contiene livelli più elevati di gingerolo.
Dovrebbe essere solido, liscio e senza tracce di putrefazione o di rughe.
Lo zenzero maturo ha una pelle dura che deve essere pelata.
Lo zenzero fresco si può conservare in frigorifero per un massimo di tre settimane.
Mentre lo zenzero secco si può conservare ben chiuso in un posto asciutto e fresco al buio per non più di sei mesi.

Rischi . . .
Lo zenzero è normalmente innocuo se preso concentrato in capsule, fresco o come tè. Dato che contiene moderate quantità di ossalato, coloro che soffrono di malattie renali dovrebbero evitare di consumare molto zenzero.
Inoltre, lo zenzero potrebbe interagire con alcuni farmaci per questo si consiglia di non prenderne più di quattro grammi in un giorno.

Conoscete altre proprietà dello zenzero? Se anche voi utilizzate questo alimento fateci sapere come lo utilizzate.




Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Inline
Inline