“Telegram Messenger” raggiunge 12 miliardi di messaggi al giorno

 Il fondatore di Telegram, Pavel Durov, ha annunciato durante il TechCrunch Disrupt SF che la sua applicazione di messaggistica ha raggiunto i 12 miliardi di messaggi al giorno, assicurando che tali numeri erano  2 miliardi a maggio e un miliardi nel mese di febbraio.E anche se il numero di utenti non è cresciuto molto (telegram ha attivi 60 milioni di utenti), la spiegazione sta nel fatto che è diventato uno dei principali canali di comunicazione.”E’ l’indicazione che gli utenti amano Telegram e lo usano sempre di più.

Le applicazioni di messaggistica sono probabilmente la cosa più importante che è avvenuta questo decennio”, ha detto Durov.Rispetto a WhatsApp, ricorda che il suo servizio ha solo due anni contro i sei che ne ha la società acquistata da Facebook .Ma perché gli utenti stanno usando sempre di più Telegram?
WhatsApp e Telegramma condividono lo stesso terreno. Entrambe le applicazioni utilizzano il numero di telefono come metodo di identificazione, entrambi consentono di chattare in gruppo, condividere video e immagini ecc. Quindi quali sono le differenze? Telegram è sicuro, i creatori di telegramma sono così sicuri su di esso che stanno offrendo $ 200,000 a chiunque possa entrare nel MTProto,il protocollo sul quale l’applicazione si basa, nonché la spina dorsale delle comunicazione di Telegram.

L’applicazione si presenta come studiata appositamente per garantire la sicurezza delle conversazioni, molto efficace per coloro che ci tengono alla privacy.

Inoltre Telegram ti permette di conversare in secreto, infatti utilizza una cifratura end-to-end cifrata tra  due dispositivi coinvolti, con l’opzione di autodistruzione alla fine, ti basta andare nei contatti -> nuova chat segreta-> selezionare il contatto e iniziare la conversazione.
E per di più è gratuito e senza inclusioni di pubblicità. Queste sono alcune funzionalità che rendono questa applicazione molte attraente per tutti quelli che mettono la sicurezza e la privacy al primo posto.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Inline
Inline