4 Strategie Efficienti di Content Syndication per I Blogger

La content syndication è una tecnica di content marketing che consiste nel concedere il permesso di pubblicare i propri contenuti anche ad altri siti web. Quando tale pubblicazione non è accompagnata da accorgimenti SEO si rischia di incorrere in penalizzazioni legate al problema dei contenuti duplicati;

content syndication: vale a dire la cessione di contenuti propri a soggetti terzi per la pubblicazione su altre piattaforme o siti.

Tutte queste tecniche rispondono all’obiettivo di raggiungere un pubblico più ampio, accrescere la propria notorietà e produrre contatti.

Alla base di questa forma di web marketing c’è l’idea che la proiezione esterna della propria autorevolezza attraverso la produzione di contenuti di qualità generi un ritorno di immagine capace di aumentare la forza commerciale del marchio, sia esso una ragione sociale o il proprio nome.

Cos’è la content syndication?

La content syndication è una tecnica di content marketing la quale consiste nel riproporre o cedere a soggetti terzi lo stesso contenuto per pubblicarlo in diversi siti e piattaforme online, raggiungere un pubblico più ampio e accrescere la propria notorietà. In questo modo aumentare il traffico al sito o articolo originale.




Cosa lo rende una strategia efficiente?

  • Alcuni dei siti web più famosi e di successo al mondo usano la tecnica della content syndication, incluso New York Times, Huffington Post e CNN.
  • Internet è un mondo infinito e molto rumoroso. Non è molto sensato pensare che persone da ogni parte del mondo si fermeranno a leggere quello che avete da dire solo perché lo avere scritto nel vostro blog.
  • Riproponendo il vostro contenuto avete la possibilità di raggiungere più persone che altrimenti non avrebbero mai saputo dell’esistenza del vostro blog.
  • Per di più questa tecnica di marketing è molto conveniente. Conviene sicuramente più che scrivere un articolo nuovo.

Non dimenticatevi della parola marketing in “content marketing”.

Molti esperti vi avranno già avvisato sulla content syndication dato che applicando questa strategia si rischia di incorrere in penalizzazioni legate al problema dei contenuti duplicati. Però in realtà è un problema che si può risolvere, con alcuni semplici accorgimenti.

Google non penalizza per la content syndication. Al massimo, ogni duplicato del vostro articolo verrà escluso dalla pagina dei risultati delle ricerche sui motori di ricerche.

La content syndication non influisce la SEO. È semplicemente una tattica di marketing.

Ecco come funziona il marketing:

-Creare e promuovere contenuto di qualità

-Le persone vedono/leggono ma non intraprendono nessun’altra azione

-Dopo, in caso di necessità le persone a: ricercano online i vostri servizi o b: cercano online per i prodotti che voi offrite e nel momento che notano il vostro nome sono più propensi ad acquistare da voi che da altre imprese che non conoscono.

 

Ecco quali sono i 4 tipi di content syndication che i blogger possono usare:

  1. Pubblicare syndicated content nel blog

Per fare questo potete chiedere ad altri siti il permesso di pubblicare il loro contenuto nel vostro blog. Ricordatevi che il syndicated content non deve superare il 10% del contenuto blog. Per alcuni anche questo 10% può essere troppo, però anche se non può essere un contenuto del tutto originale aiuta a condividere informazioni utili con più persone.

Tutti i blogger sanno quanto difficile è trovare scrittori importanti e famosi che siano disponibili a scrivere per i loro blog. Per questo risulta più facile chiedere a questi influencer di pubblicare un loro precedete post sul vostro blog.

Se invece siete parte di un blog nel quale contribuiscono vari scrittori potete chiedere il permesso di riproporre i stessi post nel vostro blog personale. Importante è sempre avere il permesso dell’autore.

Applicando la tecnica della content syndication avete a diposizione un ottimo strumento per offrire contenuti diversi nel vostro blog.

  1. Pubblicare articoli in altri siti web

Come un creatore e scrittore di contenuti di qualità potete chiedere che i vostri articoli siano pubblicati anche in altri siti web tranne che al vostro. Questo lo potete fare offrendo contenuti originali oppure rilavorati. Questo dipende da voi e dal sito web in cui andrete a pubblicare i contenuti.

 

  1. Riproporre gli articoli in siti web che ripropongono contenuto altrui

Un’ottima alternativa è applicare la strategia della content syndication scrivendo per un sito web che di suo condivide articoli in altri siti web.

 

  1. Offrire i propri post senza avere un blog personale

Questo si può fare perfettamente da utilizzando altre piattaforme disponibili online. Infatti è molto facile scrivere anche per Huffington Post. Oppure potete postare i vostri articoli anche su LinkedIn.




Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Inline
Inline