22 Modi per Sopravvivere al Freddo e all’Anfluenza

1. Yogurt a colazione
Le stesse proprietà che aiutano il sistema digestivo possono aiutare anche a pervenire i raffreddori. Dopo uno studio del 2001 gli scienziati sono giunti alla conclusione che le persone che consumano alimenti contenenti probiotici (yogurt, kefir e kimchi) hanno il 12% di possibilità in meno di prendere un’infezione delle vie respiratorie.

2. Aprire le finestre
Passare il giorno in una stanza soffocante in compagnia di altre persone aumenta le possibilità di essere soggetto ad influenza e raffreddore.  Aprite le finestre per far circolare l’aria in qualsiasi ambiente vi troviate.

3. Mangiare funghi
Un articolo pubblicato sullo Journal of the American College of Nutrition ha evidenziato il ruolo importante dei funghi per il sistema immunitario. Durante lo studio, le persone che hanno consumato i funghi shiitake giornalmente per un mese intero hanno dimostrato avere un numero più alto di linfociti T e meno possibilità di soffrire di un’infiammazione delle vie respiratorie.

4. Stare lontani dalle persone con l’influenza
Sicuramente nessuno desidera essere scortese o maleducato, però evitare il contatto con l’influenza è fondamentale. I batteri contenuti nello starnuto, ad esempio, possono “viaggiare” a 320 km l’ora. Se una persona vicino comincia a starnutire oppure a tossire, spostatevi e cercate di stare un po’ più lontani.

5. Non toccare il viso
Non toccatevi il viso per evitare di prendere l’influenza e anche qualche altra infezione. Questo è facile da dire però molte persone, si toccano il viso o le labbra fino a tre volte l’ora. Per evitare quest’abitudine, cercate di tenere le mani occupate.

6. Sonno regolare
Approfittate del fatto che le notti sono più lunghe per dormire un po’ di più. Uno studio pubblicato sull’Archives of Internal Medicine è giunto alla conclusione che le persone che dormono meno di sette ore sono più propense a prendere l’influenza se comparare con le persone che dormono almeno otto ore.

7. Irrigazioni nasali
Durante il periodo freddo, prima di andare a dormire provate a soffiarvi il naso usano acqua calda e sale per l’irrigazione nasale o una soluzione salina. Questa tecnica vi aiuterà a rimuovere dalle cavità nasali il muco e gli allergeni respirati durante il giorno.

8. Integratori di zinco
Dovete prendere questi integratori subito dopo aver notato i primi sintomi dell’influenza. Lo zinco è un minerale essenziale per il sistema immunitario e nel 2013 Cochrane Library ha confermato che prendere integratori di zinco entro le prime 24 ore dalla comparsa dei primi sintomi dell’influenza o del raffreddore  aiuta a ridurne la durata. Sempre secondo questo studio è consigliato prendere 75 milligrammi di zinco ogni giorno durante l’invero o appena notate i primi sintomi dell’influenza.

Ovviamente lo zinco è contenuto anche in vari alimenti, come cioccolato, funghi, uova, noci ecc.

9. Agopressione
Sullo sterno si trova un punto di agopressione, sul quale effettuando una pressione per circa 2-3secondi si possono alleviare sintomi dell’ansia e stimolare la produzione dei linfociti T.

10. Bere molta acqua
L’acqua e altri liquidi, come il tè ad esempio, aiutano a ridurre il muco eccessivo prodotto dall’organismo quando si soffre d’influenza. Secondo gli specialisti, durante l’inverno per combattere o prevenire l’influenza si devono bere più o meno 2 litri di liquidi al giorno.

11. Prendere farmaci
Se presi entro le prime 48 ore dalla comparsa dei primi sintomi dell’influenza o raffreddore, alcuni farmaci possono prevenire complicazioni e far durare meno i sintomi.

12. Sambuco
Lo sciroppo di sambuco è usato per alleviare i sintomi del raffreddore. Riduce le secrezioni nasali e il gonfiore alle vie respiratorie. Il sambuco rafforza anche il sistema immunitario incrementando i livelli degli antiossidanti. Sembra che un componente, i bioflavonoidi, presenti nelle bacche e nei fiori del sambuco, siano in grado di circondare il virus influenzale e di impedirgli di attaccare le altre cellule.

13. Probiotici
Una ricerca del 2012 ha comparto due gruppi di studenti affetti dal raffreddore, ed è giunta a questa conclusione: il gruppo di studenti che ha consumato probiotici con Lactobacillus rhamnosus, si è ripreso due giorni prima dall’altro gruppo e i sintomi del raffreddore erano 34% meno severe.

14. Umidificatore
L’aria pesante può peggiorare il mal di gola o la tosse secca. Un umidificatore vi aiuta ad alleviare i sintomi del raffreddore e rendere l’aria meno pesante.

15. Consumare curry verde
È vero che i peperoncini e altre spezie piccanti possono aiutarvi con la sinusite.  Le spezie piccanti vi aiutano anche con la congestione nasale. Secondo uno studio del 2011, gli spray nasali contenenti capsaicina, composto chimico presente nei peperoncini, migliorano immediatamente la congestione nasale.

16. Oli essenziali
Diluite qualche goccia d’olio di timo o di eucalipto in acqua bollente per poi respirare il vapore aromatico. L’aroma simile a quella del mentolo vi aiuterà a sbloccare le vie respiratorie.

17. Evitare l’allenamento fisico
Potreste sentirvi meno stanchi se dedicate qualche ora all’attività fisica, come una passeggiata o lezioni di yoga. Invece se non avete energie e state combattendo con un raffreddore serio e grave, allora evitate l’attività fisica. Il vostro organismo deve conservare l’energia per combattere il virus.

18. Fare i gargarismi con acqua salata
Il sale aiuta ad eliminare i patogeni. Diluite metà cucchiaio di sale in un bicchiere d’acqua tiepida, per alleviare l’infiammazione ed eliminare il muco.

19. Brodo di pollo
Questa soluzione classica è multifunzionale: il vapore è un ottimo decongestionante nasale. Il brodo di pollo ha una notevole capacità antinfiammatoria, è in grado soprattutto di favorire la fluidificazione del muco e si può digerire facilmente, quindi non appesantisce.

20. Miele
Il miele ha proprietà antibatteriche, e la sua consistenza aiuta ad alleviare il mal di gola.

21 Mangiare ghiaccioli
Avete mal di gola? Mangiare qualcosa di freddo, come un ghiacciolo ad esempio, vi può dare un sollievo immediato.

22. Riposo
Se dormite pancia in su, il muco si concentra nelle cavità nasali e questo può causare infezioni  e sinusite cronica. Invece, cercate di dormire e riposare in una posizione a 45 gradi.




Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Inline
Inline